martedì 31 maggio 2011

Conte è il nuovo allenatore della Juventus: ora è ufficiale


Fonte: Calcio.fanpage.it

E' il giorno della speranza in casa Juventus, il giorno nel quale tutti dal Presidente ai tifosi sperano inizi una nuova era: Antonio Conte è ufficialmente il nuovo allenatore della Vecchia Signora.

Proprio lui che ha la maglia bianconera stampata sulla pelle: 419 presenze, 44 gol, 5 scudetti, 4 supercoppe 1 Champions League ed 1 Coppa Intercontinentale possono solo rendere l'idea del legame di Conte con i colori juventini. Un legame strettissimo segnato dalla sua grinta, dal suo attaccamento alla maglia, da quella volontà di non mollare mai propri di quello spirito juve ormai smarrito da diverse stagioni. Ecco allora la speranza dei supporters juventini: l'approdo del tecnico salentino sulla panchina della squadra piemontese è un segnale forte per ricordare a tutti, giocatori in primis cosa significhi giocare per la Juventus.

Finalmente ce l'ha fatta l'ex allenatore vincente di Bari e Siena a realizzare il suo sogno. Quel sogno che per ben due volte si era scontrato con le volontà della società: troppo ambiziose e drastiche le richieste di Conte nelle precedenti due estati, che avevano portato a "ripiegare" prima su Ferrara e poi su Delneri. Alla fine però ha avuto ragione lui, vecchio cuore bianconero che non scenderà a compromessi nemmeno con le idee tattiche: il suo 4-2-4 continuerà ad imperversare e solo chi uscirà dal campo sudato (queste le sue volontà) potrà meritare d'indossare la nuova maglia della Juventus.

Ecco il comunicato della società: "Juventus Football Club S.p.A. comunica che Antonio Conte sarà il nuovo allenatore a partire dal prossimo 1° luglio 2011. L’accordo, su base biennale, scadrà il prossimo 30 giugno 2013".


Marco Beltrami

Javier Zanetti in lutto: è morta la madre del capitano nerazzurro


Fonte:Calcio.fanpage.it

La gioia per la vittoria della Coppa Italia si è dissoluta in un istante: Javier Zanetti la storica bandiera nerazzurra è stato colpito da un gravissimo lutto, ovvero la morte della madre.

L'argentino raggiunto dalla terribile notizia poche ore dopo Inter-Palermo 3-1, è subito volato in Argentina. La mamma del giocatore, la signora Violeta Bonazzola si è spenta ieri notte nel sonno, vittima probabilmente di un infarto. La notizia è stata resa nota attraverso il sito della squadra nerazzurra che subito si è stretta intorno al campione sudamericano. Ecco il comunicato ufficiale del club: "È improvvisamente mancata la mamma di Javier Zanetti, Violeta Bonazzola. A Javier, al suo papà e alla loro famiglia il fortissimo abbraccio del presidente Massimo Moratti, di Leonardo, dei compagni di squadra, dello staff nerazzurro e di tutta F.C. Internazionale".

Tante le dimostrazioni d'affetto e di cordoglio nei confronti di Zanetti, capitano dentro e fuori dal campo sempre attraverso il sito dell'Inter ha subito ringraziato tutti coloro i quali gli sono stati vicino in queste ore: "Mia mamma non c'è più, è un momento di grande tristezza, ma voglio dire al mio Presidente, Massimo Moratti, a Leonardo, ai miei compagni e a tutte le persone che sono con me all'Inter che sentirli così vicini a me e alla mia famiglia è stato di grande conforto.Li ringrazio di cuore, e voglio dire grazie anche ai tifosi che stanno partecipando al mio dolore così sinceramente, e a tutti coloro, anche al di fuori del mondo nerazzurro, che mi hanno mandato parole di conforto. Oggi, più che mai, sono grato dell'affetto che mi circonda. È un bene prezioso, che contraccambio".

Marco Beltrami

Nuova maglia Napoli 2012: la Macron pensa ad una casacca speciale per la Champions






Fonte: Calcio.fanpage.it


In terra partenopea proprio non si riesce a fare a mena di ricordarlo: il Napoli giocherà la Champions League, e una città intera ha iniziato i preparativi per accompagnare la squadra di casa nella massima competizione calcistica europea.

Notizie come quella relativa alla conferma di Mazzarri, e all'accordo sul rinnovo di Cavani non fanno che aumentare l'entusiasmo dei tifosi partenopei. Il popolo azzurro ora segue con occhio attento gli sviluppi del calciomercato in attesa di acquisti che possano rendere la squadra napoletana ancora più competitiva nella prossima stagione. Quella prossima stagione nella quale Lavezzi e compagni molto probabilmente indosseranno una nuova divisa. Aumenta la curiosità per il nuovo look del team di De Laurentiis, soprattutto dopo che sul web nei giorni scorsi sono iniziate a circolare indiscrezioni relative alle nuove maglie Juventus 2012 (per altro molto simili a quelle che dovrebbero essere le nuove maglie Inter 2012). L'unica certezza per quanto riguarda il futuro napoletano è che sarà ancora la Macron il prossimo sponsor tecnico degli azzurri. Tutto confermato, dunque, rispetto alla scorsa stagione e tanta curiosità per il restyling previsto sopratutto per la prossima Champions League. Infatti secondo indiscrezioni la Macron starebbe ipotizzando una maglia particolare per la Coppa che possa risultare sia celebrativa, sia di buon auspicio per gli uomini di Mazzarri.

Nel frattempo sul web i tifosi sognano e continuano ad apparire bozzetti assolutamente non ufficiali relativi (come accaduto anche a proposito della nuova maglia Roma 2012) a ipotetiche maglie realizzate da altri sponsor. Gran parte del popolo azzurro vorrebbe una casacca prodotta dalla Adidas completamente celeste con le consuete 3 strisce verticali bianche ad impreziosire la casacca come è possibile vedere su mondoforum.forumcomuniy.net . Addirittura qualcuno vorrebbe invece dello sponsor commerciale Lete, la presenza del marchio Coca cola, in una sorta di tributo alle maglie delle squadre sudamericane.

Marco Beltrami

Calciomercato Lazio: scelto Sapunaru per sostituire Lichtsteiner


Fonte: Calcio.fanpage.it

La Lazio di Lotito in questo scorcio iniziale di mercato è uno dei club più attivi: tante le trattative in entrata e in uscita per il club capitolino che tenterà di rinforzarsi non perdendo di vista, come al solito, il bilancio.

Nonostante non ci sia ancora nulla di ufficiale, Stephan Lichtsteiner è uno dei giocatori destinati a lasciare la sponda biancoceleste del Tevere. Proprio ieri l'entourage del giocatore ha incontrato la dirigenza della Juventus per trattare l'acquisto del nazionale svizzero. La volontà del terzino elvetico è quella di lasciare la Lazio, anche se ora bisognerà convincere Lotito, che nel frattempo si sta cautelando ipotizzando già eventuali alternative a Lichtsteiner. Infatti il braccio destro del pirotecnico Presidente, il direttore sportivo Tare, è pronto a volare in Romania per seguire da vicino Cristian Sapunaru, terzino destro della nazionale rumena e del Porto campione d'Europa. Il giocatore classe '84 (pari età di Lichtsteiner), sembra garantire quelle doti di spinta e copertura che Reja vorrebbe a tutti i costi per sostituire lo svizzero.

Tutt'altro che improbabile dunque il vedere nella prossima annata Sapunaru con la nuova maglia della Lazio. Il giocatore come sottolineato dal Corriere dello Sport, dovrà battere la concorrenza di Lulic esterno sinistro bosniaco degli svizzeri dello Young Boys già acquistato dai biancocelesti. Per uno strano scherzo del destino i 2 si affronteranno proprio venerdì nella gara tra Romania e Bosnia valida per le qualificazioni europee: Tare sarà presente sugli spalti per osservare il duello a distanza tra i due successori di Lichtsteiner.

Marco Beltrami

Calciomercato Juventus: per Sanchez si tenta l'accoppiata con Inler, ma rispunta Rossi


Fonte: Calcio.fanpage.it

In casa Juventus l'entusiasmo è alle stelle: oggi inizierà ufficialmente l'era Conte, con il tecnico salentino che firmerà il suo primo contratto da allenatore della Vecchia Signora dopo le tante stagioni vissute da Capitano e anima della squadra bianconera.

I tifosi attendono con trepidazione la presentazione del nuovo tecnico, colui il quale avrà il difficile compito di riportare alla vittoria la Juve. Sono giorni frenetici per la società di Corso Galileo Ferraris impegnata su più fronti in regime di calciomercato. Proprio con Conte infatti, si sta pianificando la campagna acquisti nel tentativo di non ripetere gli errori delle ultime due annate. Marotta e company hanno più volte preannunciato l'arrivo di un campione pronto a fare la differenza. Sfumato decisamente Tevez e probabilmente Aguero, promesso sposo del Real Madrid, il nome più gettonato delle ultime ore è quello del Nino Maravilla Alexis Sanchez. Con Inler verso la Juventus, i dirigenti juventini sperano di realizzare un super affare con i friulani inserendo anche il fenomeno sudamericano: la cifra ipotizzata per portare entrambi i giocatori a Torino si aggirerebbe intorno ai 50 milioni.

Nelle ultime ore però sono aumentate le quotazioni di un altro giocatore che piace tantissimo a Conte e che, come Sanchez, dovrebbe raccogliere l'eredità di Del Piero: si tratta di Giuseppe Rossi. L'attaccante italiano del Villarreal che piace ai blaugrana (Rossi sogna la maglia del Barcellona), non troverebbe molto spazio nella corazzata di Guardiola, al contrario invece di quello che accadrebbe se passasse ai bianconeri. Sono ore decisive dunque per conoscere il futuro della Vecchia Signora, per capire quali saranno i campioni pronti a vestire la nuova maglia della Juventus 2012.

lunedì 30 maggio 2011

Video finale Coppa Italia 2011: Materazzi fa un gavettone a Galeazzi


Fonte: Calcio.fanpage.it


Anche in questa stagione l'Inter è riuscita a portare a casa il suo triplete: Supercoppa italiana, Mondiale per club e infine Coppa Italia per una stagione conclusa in maniera più che dignitosa.

Sicuramente era difficile se non praticamente impossibile, ripetere i fasti della scorsa annata per la squadra del Presidente Moratti. Dopo l'addio di Mourinho e le vicissitudini relative al periodo Benitez, la vittoria incassata in Inter-Palermo 3-1 ha permesso comunque alla corazzata nerazzurra di andare in vacanza soddisfatta. Certo pesano e non poco il capitombolo interno con lo Schalke costato l'eliminazione in Champions, e la batosta nel derby di ritorno che ha praticamente consegnato lo scudetto ai cugini rossoneri. Questo però fa parte del passato, visto che ora è tempo di godersi la vittoria nella finale di Coppa Italia che ha mandato in visibilio tutti i tifosi nerazzurri.

Non sono stati solo i tifosi però a "perdere la testa": anche i calciatori non hanno saputo contenere la propria gioia, alla faccia di coloro i quali reputano ancora la Coppa Italia come un obiettivo del tutto secondario. A fine gara i giocatori dell'Inter hanno dato inizio ai festeggiamenti trasformando il terreno di gioco in una grande bandiera nerazzurra. Tra i più entusiasti sicuramente Marco Materazzi che una volta sollevato il trofeo non l'ha più lasciato,regalandosi un'infinità di giri di campo. Matrix però nelle esultanze non è mai banale e anche questa volta ha voluto lasciare il segno: l'esperto difensore avvicinatosi alla postazione Rai occupata da Paola Ferrari e Giampiero Galeazzi ha voluto compiere una delle sue proverbiali goliardate: un gavettone che ha colpito in pieno "bisteccone" ritrovatosi improvvisamente fradicio dalla testa ai piedi. Una scena esilarante che sta già facendo il giro del web.

Marco Beltrami

Calciomercato Napoli, Hamsik verso il Milan: Cavani teme l'addio dello slovacco


Fonte: Calcio.fanpage.it

Sembravano essersi diradate le nebbie su Marek Hamisk in casa Napoli: il centrocampista slovacco accostato al Milan aveva fatto scoppiare un incidente diplomatico tra De Laurentiis e Berlusconi.

Ci aveva pensato Adriano Galliani a spegnere le polemiche dichiarando che Hamsik non è un obiettivo rossonero. Parole sibilline che sembravano aver messo il punto sulla vicenda. E invece il futuro di Marekiaro in azzurro è tutt'altro che certo. Questo è quello che trapela dalle pagine di Tuttosport, che ipotizza un interesse di numerosi top club sul giocatore. La conferma a queste prospettive poi arriva da Edinson Cavani, che ha svelato pubblicamente l'attuale situazione del compagno di squadra: "Si trova di fron­te ad una scelta importante, spero faccia quella migliore e che potremo giocare insieme anche l’anno prossimo". Il centrocampista dunque appare di fronte ad un dubbio decisivo per la sua carriera, con l'unica certezza di essere destinato prima o poi a lasciare il capoluogo partenopeo.

Per quanto riguarda i club italiani, in pole position ci sarebbe ovviamente il Milan che sta lavorando sotto traccia per assicurarsi Hamsik. Infatti nonostante le voci relative ad un interesse di calciomercato per Schweinsteiger, il giocatore del Napoli rappresenterebbe un innesto più gradito: oltre al costo minore rispetto al tedesco, Hamsik vanta ormai una notevole esperienza nel nostro campionato. Ora bisognerà valutare la posizione di De Laurentiis, avrà ricevuto la tanto attesa chiamata di Berlusconi per poter intavolare la trattativa?

Marco Beltrami

domenica 29 maggio 2011

Calciomercato Juventus, Marchisio in crisi: i nuovi arrivi potrebbero spingerlo all'addio


Fonte: Calcio.fanpage.it


"In un momento così difficile e delicato siete sempre molto importanti per me": con queste parole Claudio Marchisio sul suo profilo Facebook ha voluto ringraziare i suoi tifosi, esternando la sua preoccupazione.

Il centrocampista piemontese, uno dei pochi a salvarsi al termine dell'ennesima deludente stagione, non appare convinto delle scelte della società per il futuro. L'arrivo di Pirlo alla Juventus, e quello molto probabile di Inler potrebbero seriamente rappresentare una chiusura per il principino. Marchisio ha rinnovato con la Vecchia Signora fino al 2016, nella speranza di essersi guadagnato a suon di prestazioni la possibilità di giocare finalmente nel suo ruolo, ovvero quello di centrocampista centrale. Nelle ultime stagioni il giocatore è stato spesso costretto a spostarsi in fascia: un'opportunità che con Aquilani, Felipe Melo, Inler, Pirlo e forse Pazienza sembra riproporsi mestamente anche per l'anno prossimo. Una situazione che Marchisio non sembra essere più disposto ad accettare.

Ecco allora che come nello scorso calciomercato sul giocatore stanno tornando ad aleggiare minacciose le solite voci: l'interesse dell'Inter sul nazionale italiano non è mai stato un mistero, e a fronte di queste prospettive è più che lecito tornare a parlarne. Nel frattempo i tifosi non l'hanno presa benissimo: la maggior parte di essi proprio sulla stessa pagina facebook di Marchisio hanno esternato anche in maniera forte la loro delusione. Infatti i supporters vorrebbero che Marchisio tirasse fuori il carattere e si giocasse le sue chance da titolare come tutti gli altri: d'altronde questo è proprio il diktat di Conte nuovo allenatore della Juventus.

Marco Beltrami

Calciomercato Milan, per Schweinsteiger contatti avviati con il Bayern Monaco


Fonte: Calcio.fanpage.it

L'identikit parla chiaro: potrebbe essere Bastian Schweinsteiger il colpo di calciomercato della prossima stagione rossonera, annunciato con fare misterioso da Adriano Galliani.

La tanto osannata mezzala che dovrebbe fare la fortuna del Milan di Allegri potrebbe essere il centrocampista bavarese. Il nazionale tedesco classe'84 sembra essere ormai prossimo all'addio al Bayern Monaco. Per la verità questa è una situazione che si ripropone praticamente ogni Estate: l'anno scorso su Schweinsteiger sembravano essere piombate il Real Madrid di Mourinho e anche la Juventus. A differenza del passato a favorire la trattativa con la dirigenza rossonera ci sarebbero gli ottimi rapporti di Galliani con i colleghi bavaresi: un fattore testimoniato dai già avviati contatti tra i due club per discutere di un eventuale trasferimento del duttile mediano.

La cifra chiesta dalla squadra tedesca per il gioiellino si aggira intorno ai 30 milioni come sottolineato da Sportmediaset.it. Una quotazione alta che Galliani e compagni potrebbero limare inserendo nell'operazione delle ipotetiche contropartite. Un nome su tutti sembra essere quello di Gennaro Gattuso: il "ringhio" calabrese sembra destinato a cambiare aria, concludendo la sua avventura altrove magari in Russia come ipotizzato nelle ultime ore. L'opportunità di giocare nel Bayern sarebbe molto gradita al Campione del Mondo vicino al Bayern già anni addietro. Una cosa è certa l'acquisto di Schweinsteiger permetterebbe ad Allegri di ottenere il puntello che voleva a centrocampo, dopo aver sistemato la difesa con Taiwo e Mexes. Chissà se anche in attacco è previsto un altro super acquisto.

Marco Beltrami

Barcellona-Manchester United 3-1, Messi man of the match della finale di Champions League 2011


Fonte: Calcio.fanpage.it


Il futuro del calcio europeo è pronto a tingersi di blaugrana: Barcellona campione d'Europa ed ennesima conferma per quella che appare una delle squadre (se non la squadra) più forte di tutti i tempi.

La vittoria incassata in Barcellona-Manchester United 3-1 oltre a sottolineare lo strapotere della squadra di Guardiola, ha evidenziato anche un dato inconfutabile: i catalani sembrano destinati a vincere ancora per molto tempo. Facile prevedere successi per un collettivo perfetto, così come è facile ipotizzare vittorie e riconoscimenti interminabili per Leo Messi, giocatore simbolo del Barça. A soli 24 anni la pulce argentina ha già le carte in regola per diventare il giocatore più forte di tutti i tempi. Nella suggestiva cornice di Wembley è stato lui a realizzare il gol del decisivo 2 a 1: seconda rete in una finale di Champions League dopo quella del 2009. Il premio consegnatogli a fine gara come "Man of the match" è apparsa la ciliegina della torta per una prestazione quasi perfetta, e per un intero torneo giocato da assoluto protagonista.

La capacità dell'argentino è quella di far sembrare tutto molto facile: a tal proposito molti hanno messo in dubbio questa scelta, confrontandola con quelle di Xavi o Pedro. In realtà quello che più contava ieri sera in casa Barcellona era il portare a casa il trofeo dalle "grandi orecchie": ognuno avrebbe tranquillamente rinunciato a risultare il migliore in campo pur di dimostrare ancora una volta di indossare la maglia della squadra regina d'Europa e del mondo.

Marco Beltrami

Calciomercato Napoli: Inler verso la Juventus, si vira su Palombo


Fonte: Calcio.fanpage.it


Gokhan Inler sembrava già un giocatore del Napoli: nessuno ha dimenticato la sua mancata esultanza dopo il gol siglato con l'Udinese al San Paolo. E invece nonostante un accordo praticamente fatto con la famiglia Pozzo, lo svizzero sembra ad un passo dalla Juventus.

La squadra piemontese, inseritasi a sorpresa nella trattativa, avrebbe convinto il giocatore proponendogli un contratto quadriennale a 2.5 milioni di euro. Un milione in più dunque rispetto a quanto offerto dalla società partenopea. Dopo l'acquisto di Ziegler Lunedì per la dirigenza di Corso Galileo Ferraris dovrebbe esserci l'incontro definitivo per formalizzare l'arrivo dell'elvetico. Per Inler trattativa compromessa definitivamente in casa azzurra; una notizia che costringerà Bigon e compagni a gettarsi a capofitto sul calciomercato. L'obiettivo principale anche alla luce della quasi certa partenza di Pazienza, è l'acquisto di un centrocampista centrale. Oltre all'offerta per Borja Valero del Villarreal, l'oggetto dei sogni partenopei è Angelo Palombo.

Il capitano della Sampdoria nonostante le lacrime versate al momento della retrocessione in Serie B, potrebbe prendere in considerazione l'idea di partire. Sul giocatore in pole position c'è proprio il club partenopeo visto che il mediano ha uno sponsor particolare in Walter Mazzarri. Il tecnico toscano ha allenato Palombo ai tempi della sua esperienza sulla panchina blucerchiata, e considera il suo ex pupillo una pedina fondamentale per qualsiasi scacchiere tattico. Ci vorrà comunque un'offerta sostanziosa nella speranza di evitare una nuova beffa come quella che si prospetta per Inler.

Marco Beltrami

sabato 28 maggio 2011

Ancelotti allo Zenit: la stampa russa candida l'ex Chelsea, e spinge Spalletti verso la Roma


Fonte: Calcio.fanpage.it


Nella San Pietroburgo calcistica si prospetta un clamoroso cambio alla guida della squadra di casa, tutto di marca italiana: Carlo Ancelotti potrebbe prendere il posto di Luciano Spalletti.

Questo è quanto ha fatto trapelare il tabloid russo Tvoi Dien che ha sottolineato come lo Zenit sia insoddisfatto dell'inizio di stagione dell'attuale tecnico. Nonostante i successi della scorsa annata, la prima alla guida della squadra di San Pietroburgo, il rendimento della compagine non avrebbe convinto la dirigenza pronta ad un cambio della guardia. In pole position ci sarebbe proprio Carletto Ancelotti esonerato recentemente dal Chelsea. Un rappresentante dello Zenit infatti ha dichiarato: "Quella di Ancellotti viene esaminata come una della candidature principali per allenare lo Zenit". Parole chiarissime che confermano dunque l'interesse verso il tecnico emiliano, per il quale si era ipotizzato anche un ritorno nel massimo campionato italiano.

Il sorprendente valzer delle panchine non sarebbe finito qui: infatti per Luciano Spalletti potrebbero aprirsi scenari del tutto imprevisti. L'allenatore toscano rientrebbe in corsa per tornare a guidare la Roma con un colpo di scena degno dell'imprevedibilità del calciomercato. Le notizie di questi giorni relative all'eventuale approdo di Luis Enrique alla Roma, potrebbero essere clamorosamente smentite o quanto meno rinviate: ci potrebbe essere un vero testa a testa tra lo spagnolo e Spalletti all'interno della nuova dirigenza americana della squadra capitolina.

Marco Beltrami

Finale Coppa Italia 2011, Pastore vuole regalare un titolo ai tifosi prima del probabile addio


Fonte: Calcio.fanpage.it


Sarà uno dei grandi protagonisti della Finale di Coppa Italia 2011: Javier Pastore non vede l'ora di scendere in campo nella suggestiva cornice dell'Olimpico di Roma, per l'ultimo appuntamento stagionale del nostro panorama calcistico.

Il fenomeno argentino del Palermo non ha la minima certezza sul suo futuro. Corteggiatissimo dai migliori club italiani ed europei il "Flaco" a fronte di un'offerta cospicua potrebbe lasciare il capoluogo siciliano. Nel frattempo però la stella rosanero vuole assolutamente essere decisivo in Inter-Palermo, per regalare ai propri tifosi, quello che sarebbe il primo titolo per una squadra siciliana. "Sono felice per aver raggiunto questo finale. E’ un sogno e soprattutto c’è la gioia per giocare questo partita. Sono molto felice per i tifosi e i compagni. Spero di ripagarli con una vittoria”. Queste le parole di Pastore riportate da La Gazzetta dello Sport". Un successo dunque che potrebbe essere il primo, ma paradossalmente anche l'ultimo con la maglia della squadra di Zamparini per lo stesso Pastore.

Ancor più paradossale è il fatto che il giocatore argentino potrebbe nella prossima stagione, giocare proprio con i suoi prossimi avversari. Non è un mistero infatti il forte interesse del Presidente dell'Inter Moratti nei confronti del giocatore. Proprio in occasione dell'ultimo atto della Coppa Italia gli osservatori nerazzurri visioneranno ancora una volta il trequartista argentino. Servirebbe e non poco a Leonardo uno come Pastore: un giocatore capace di fare da raccordo tra centrocampo e attacco, pronto a raccogliere l'eredità di quello Sneijder che quest'anno ha deluso e non poco in quel di Milano.

Marco Beltrami

Barcellona-Manchester United, le probabili formazioni della finale di Champions League 2011


Fonte: Calcio.fanpage.it

Due corazzate, due squadre esemplari che incarnano due filosofie calcistiche diverse: la grinta, il temperamento, il carattere del Manchester United dell'inossidabile Sir Alex Ferguson, contro il talento, il collettivo, la tecnica sopraffina del Barcellona del "saggio" Guardiola.

L'attesa è finita e le carte, nella splendida e suggestiva cornice di Wembley, stanno per essere scoperte. La finale di Champions League questa sera decreterà la squadra regina d'Europa in un ultimo atto che è focalizzerà l'attenzione di tutto il pianeta. Ad impreziosire ulteriormente il match ci sarà la possibilità per i 2 allenatori di poter fare affidamento sulla migliore formazione possibile. Nessuna defezione importante tra le fila delle due squadre che potranno giocarsi al meglio le rispettive chanche di conquista del titolo. Per Guardiola pronto a far vedere al mondo le potenzialità del Barcellona, nessuna difficoltà nello schierare l'assetto-tipo con Messi, Pedro e Villa davanti supportati dal solito centrocampo tutto tecnica e palleggio di Xavi e Iniesta. Buone notizie anche per Ferguson, sicuro di vincere il trofeo, che si affiderà in attacco al tandem Rooney-Hernandez, e a centrocampo all'esperienza e all'intelligenza tattica di Park e Giggs.



Le probabili formazioni:



Barcellona (4-3-3): 1 Valdes; 2 Dani Alves, 14 Mascherano, 3 Piquè, 5 Puyol; 16 Busquets, 6 Xavi, 8 Iniesta; 17 Pedro, 10 Messi, 11 Villa. (38 Olazabal, 22 Abidal, 19 Maxwell, 15 Keita, 9 Bojan, 18 G.Milito, 20 Afellay). All.. Guardiola.



Manchester United (4-4-2): 1 Van der Sar; 20 Fabio, 5 Ferdinand, 15 Vidic, 3 Evra; 25 Valencia, 16 Carrick, 11 Giggs, 13 Park; 10 Rooney, 14 Hernandez. (29 Kuszczak, 8 Anderson, 9 Berbatov, 12 Smalling, 17 Nani, 18 Scholes, 22 O'Shea). All.: Ferguson

venerdì 27 maggio 2011

Calciomercato Inter, Borriello tentato via sms da Leonardo


Fonte: Calcio.fanpage.it


Nessuno ha dimenticato il messaggio più famoso della scorsa Estate: Daniele De Rossi pur di convincere Marco Borriello a trasferirsi alla Roma gli inviò un sms con il testo "Annamo a vince".

A prescindere dai propositi di successo completamente fallimentari "l'operazione" compiuta da Capitan Futuro si rivelò molto efficace visto che il bomber salutò il Milan approdando nella città capitolina. Adesso la situazione rischia di ripetersi visto che Borriello secondo indiscrezioni non vede l'ora di cambiare nuovamente aria al termine di una stagione travagliata. L'attaccante campano nonostante i tantissimi gol segnati alla prima stagione con la casacca giallorossa, non si sarebbe integrato alla perfezione nello spogliatoio della Roma. Sul giocatore sono pronti a piombare numerosi club italiani e non, che potrebbero scatenare una vera e propria asta. Indiscrezioni di calciomercato riportate da Goal.com vedrebbero un forte interesse dell'Inter su Borriello: a volere l'attaccante sarebbe sopratutto l'allenatore brasiliano Leonardo protagonista del rilancio dello stesso Borriello durante la sua esperienza sulla panchina rossonera.

Per convincere il giocatore Leo starebbe utilizzando la stessa tattica di Daniele De Rossi: una fitta corrispondenza via sms nel tentativo di portare Borriello alla sua corte. Infatti il probabile addio di Milito sta per liberare un posto nel reparto offensivo nerazzurro. Vuoto che Leo vorrebbe colmare con Borriello che in coppia con Pazzini potrebbe formare un tandem pirotecnico che tornerebbe utile anche per la Nazionale di Cesare Prandelli.

Marco Beltrami

Nuova maglia Lazio 2012: sarà l'Unicef il nuovo sponsor dei biancocelesti


Fonte: Calcio.fanpage.it


La stagione appena terminata ha lasciato paradossalmente un po'l'amaro in bocca in casa Lazio: l'obiettivo Champions League sfumato davvero al fotofinish, avrebbe impreziosito un'annata comunque di alto livello.

Il 5° posto conquistato dalla formazione di Reja e sopratutto l'essersi piazzati davanti ai cugini della Roma è comunque un risultato apprezzabile che fa ben sperare per il futuro. Proprio a proposito della Lazio che verrà, i tifosi si stanno interrogando sul calciomercato, sulle scelte societarie e anche su quello che sarà il nuovo look della squadra del Patron Lotito. La prima novità a proposito della nuova maglia sarà rappresentata dallo sponsor: sul petto di Hernanes e compagni campeggerà il logo dell'Unicef, l'organizzazione internazionale che si occupa dei diritti dei bambini. Un cambio di rotta sostanziale dopo 4 anni vissuti senza alcun tipo di sponsor. Come anticipato da alcuni bozzetti, ovviamente non ufficiali, proposti dal sito SSLazionnews.it, le nuove casacche della Lazio dovrebbero essere celesti con i bordi blu: una linea più comoda e non aderente come nello scorso campionato.

La novità potrebbe essere rappresentata dai pantaloncini, che dovrebbero tornare ad essere blu scuro e non più bianchi. Una divisa dunque molto più tradizionale, simile a quella che dovrebbe essere la nuova maglia della Roma 2012. Il panorama del massimo campionato italiano sembra pronto a dividersi anche sul look: infatti alla "classicità" delle maglie delle formazioni capitoline, si contrapporrà la particolarità della nuova maglia Juventus 2012 molto simile a sua volta alla nuova maglia Inter.

Marco Beltrami

Calciomercato Inter, Viviano esce allo scoperto: vado a Milano per giocare titolare


Fonte: Calcio.fanpage.it


Definire il portiere del Bologna Emiliano Viviano ottimista è riduttivo: il portierone è quasi certo dell'imminente accordo tra la sua società e l'Inter per il suo trasferimento in nerazzurro.

Intervenuto ai microfoni di Radiosportiva, l'estremo difensore della Nazionale azzurra ha voluto anche lanciare un chiaro messaggio a Julio Cesar numero 1 nerazzurro: "Le due società, Bologna e Inter, troveranno l’accordo. – ha affermato – Ma se andrò all’Inter non sarà per stare in panchina, e questa è anche l’idea della società nerazzurra”. Un segnale forte quello lanciato da Viviano a quella che a meno di clamorosi colpi di scena dovrebbe diventare la sua prossima squadra in Serie A. Il giovane portiere classe'85 è consapevole dei propri mezzi e dei margini di miglioramento sopratutto dopo una stagione ottima come quella appena archiviata: "“È stata una buona stagione, sia con il Bologna, sia con la Nazionale. Sono contento”. La perdita di Viviano potrebbe essere davvero una tegola pesantissima per la società emiliana che dovrà rimpiazzare uno dei migliori portieri in circolazione.

Brutte notizie dunque per Bisoli che sarà il nuovo allenatore del Bologna: il neotecnico rossoblù dovrà subito pressare la dirigenza affinchè arrivi un estremo difensore affidabile. Sicuramente sarà molto difficile rimpiazzare Viviano, ma se il Bologna vorrà rimanere in Serie A dovrà necessariamente trovare un portiere all'altezza della situazione.

Marco Beltrami

Bisoli è il nuovo allenatore del Bologna: ufficiale l'arrivo dell'ex di Cesena e Cagliari


Fonte: Calcio.fanpage.it


Si sta delineando una vera e propria rivoluzione sulle panchine della Serie A rispetto alla stagione ormai archiviata: un vero e proprio valzer degli allenatori che sta stravolgendo il massimo campionato italiano.

L'ultimo passaggio del testimone è arrivato in quel di Bologna: Pierpaolo Bisoli sarà il nuovo allenatore della squadra emiliana. La notizia è stata resa pubblica dalla stessa società rossoblù attraverso un comunicato ufficiale pubblicato sul proprio sito internet: "Pierpaolo Bisoli è il nuovo allenatore del Bologna Fc 1909. Nato a Porretta Terme il 20 novembre 1966, durante la sua carriera Bisoli ha allenato Cagliari, Cesena, Foligno e Prato.
Bisoli verrà presentato ufficialmente domani alle 11:00 presso la sala stampa dello Stadio Dall'Ara". A Bisoli spetterà il compito di garantire alla compagine bolognese una salvezza tranquilla, obiettivo ottenuto con largo anticipo nell'era Malesani. Proprio all'ormai ex tecnico bolognese la stessa società ha voluto esprimere il suo ringraziamento per il grande lavoro svolto in condizioni molto difficili (nessuno ha dimenticato le vicissitudini economiche e la conseguente penalizzazione del Bologna in campionato).

Ora il neotecnico dovrà necessariamente mettersi subito al lavoro con la società: bisognerà essere molto abili in regime di calciomercato. Infatti la squadra bolognese rischia di salutare molti dei suoi cavalli di razza (da Viviano a Ramirez), motivo per cui si dovranno necessariamente trovare dei degni sostituti utili al nuovo scacchiere tattico di Bisoli.

Marco Beltrami

giovedì 26 maggio 2011

Calciomercato Milan, Hamsik non è un obiettivo rossonero: parola di Galliani


Fonte: Calcio.fanpage.it

Siamo appena all'inizio, eppure il calciomercato ha già iniziato a catalizzare l'attenzione degli appassionati dello sport più bello del mondo. Ogni giorno si riempie di voci, indiscrezioni, trattative presunte e concrete che fanno sognare o disperare i tifosi più incalliti.

Oggi è stato il giorno di Marek Hamsik: il centrocampista slovacco del Napoli è salito agli onori della cronaca, in seguito alle indiscrezioni relative ad un forte interesse del Milan. La dirigenza rossonera nella figura del Presidentissimo Berlusconi avrebbe messo gli occhi su "Marekiaro": il numero uno milanista infatti è un estimatore del giocatore azzurro e per lui, sempre secondo fonti vicine alla società di Via Turati, sarebbe stato anche disposto ad un sacrificio economico. In serata però è arrivata la smentita per bocca dell'Amministratore Delegato rossonero Galliani. Intercettato al termine della riunione delle società di Serie A, il dirigente del Milan è stato sibillino: "Noi non vogliamo Hamsik". Parole che sembrano smentire ogni ipotesi relative ad Hamsik obiettivo del Milan.

Una chiusura apparsa netta ma che, come il mercato insegna, potrebbe essere clamorosamente smentita dei fatti. Molto spesso infatti i dirigenti rilasciano dichiarazioni volutamente nel tentativo di giocare al ribasso, e di ottenere uno sconto sull'oggetto della trattativa. L'unica cosa certa per ora è comunque la difficoltà dell'operazione visto che secondo quanto dichiarato dal Presidente partenopeo a proposito della sua stellina: "Noi non siamo un supermercato, al massimo una gioielleria. Berlusconi, fino a prova contraria, mi conosce ed eventualmente mi chiama".

Marco Beltrami

Nuova maglia Roma 2012: ecco i primi prototipi che circolano sul web






Fonte: Calcio.fanpage.it

Sulla sponda giallorossa della città capitolina ci si prepara con fervore alla nuova stagione: l'inizio dell'era americana dovrebbe essere anche quella del rilancio della Roma.

Dopo questa deludente annata d'interdizione culminata nell'obiettivo minimo del raggiungimento dell'Europa League, i tifosi romanisti vogliono assolutamente tornare a lottare per obiettivi più prestigiosi. La speranza è che la cordata americana presieduta da Di Benedetto dia seguito alle promesse d'investimenti importanti. L'età media dei giallorossi non è certo giovanissima ecco perchè c'è la forte necessità di operare attivamente sul mercato. Nel frattempo però un altro motivo d'interesse è offerto da quello che dovrebbe essere il nuovo look della Roma nella prossima stagione. Cresce sul web l'attesa dei tifosi per ammirare la nuova maglia giallorossa 2012: su alcuni siti e forum giallorossi sono state pubblicate alcune immagini relative alle primissime indiscrezioni.

Sono 3 i prototipi che è possibile visionare sul sito calciami.it, relativi alle 3 maglie ufficiali. Rispetto alle indiscrezioni relative alle nuova maglia Juventus 2012, la prima casacca sembra molto simile a quella dell'ormai scorso campionato: ovvero completamente rossa con i bordi gialli. Seconda maglia sempre sulla falsariga di quella 2010/2011, tutta bianca (affine in questo caso alla seconda nuova maglia Inter 2012) con il giallorosso presente nelle cuciture. Le vere novità invece sono rappresentate dalla terza divisa che è molto simile a quella utilizzata dal Lecce nell'ultimo campionato: una casacca blu con una doppia striscia giallorossa verticale all'altezza della sinistra.


Marco Beltrami

mercoledì 25 maggio 2011

Lite Maicon-Leonardo: il giocatore vicino all'addio per raggiungere Mourinho


Fonte: Calcio.fanpage.it

Un film già visto ma che potrebbe avere un finale molto diverso rispetto al precedente: Maicon continua ad essere tentato insistentemente dalle sirene del Real Madrid di Josè Mourinho.

A distanza di un anno il copione non è cambiato e il tecnico delle merengues è pronto a tutto pur di riassicurarsi le prestazioni del suo fedele alfiere brasiliano ai tempi della fantastica cavalcata culminata nel triplete. Questa volta però a spingere il pirotecnico terzino lontano dall'Inter potrebbe anche esserci un altro fattore, ovvero i non più idilliaci rapporti con il connazionale Leonardo. Tra i due ci sarebbe stato addirittura un litigio con un incontro chiarificatore durato ben 25 minuti: dietro l'apparente motivazione della volontà di Maicon di prolungare le vacanze in Brasile, ci sarebbe invece l'insofferenza del cursore e la sua voglia di approdare in Spagna.

La sua cessione sarebbe da considerare anche come la volontà da parte del club del Presidente Moratti di tagliare i ponti con il recente e sfavillante passato, segnando l'inizio di un nuovo "ciclo" (progetto che dovrebbe prevedere anche la partenza di altri protagonisti del triplete"). Per il giocatore sudamericano, che salterà la finale di Coppa Italia 2011 per squalifica, la base d'asta dovrebbe essere fissata intorno ai 20 milioni. Una cifra comunque importante per un calciatore eccezionale ma non più giovanissimo e che potrebbe subito essere reinvestita sul mercato, nel tentativo di ricreare una squadra giovane e vincente.

Marco Beltrami

Nuova maglia Inter 2012: tra indiscrezioni da confermare e fake on line






Fonte: Calcio.fanpage.it

L'attenzione dei tifosi nerazzurri è ampiamente focalizzata sulla Finale di Coppa Italia 2011, gara che potrebbe regalare agli uomini di Leonardo il terzo trofeo stagionale dopo la Supercoppa Italiana e il Mondiale per Club.

A poche ore dal match contro il Palermo, e con un occhio costantemente puntato sulle trattative del calciomercato, i supporters dell'Inter sembrano incuriositi fortemente da un altro aspetto: cresce l'attesa per vedere in anteprima le nuove divise ufficiali della stagione 2011/2012. Su internet impazzano indiscrezioni, foto e anche incredibili fake addirittura già messi in vendita su popolari siti di prodotti calcistici. Basti osservare le immagini delle maglie già acquistabili sul sito di vendita Ebay, e pubblicate dal sito Calciomercatonews.com: si tratta di bozzetti riprodotti sulla falsariga delle nuove maglie 2012 del Barcellona; infatti le classiche righe nerazzurre sono riproposte seguendo il modello dei "tasti del pianoforte", proprio come sulle casacche degli azulgrana. Un'ipotesi costruita sul fatto che le due società hanno lo stesso sponsor tecnico ovvero la Nike.

Stesso discorso per altri improbabili nuovi completi, acquistabili invece su altri siti di prodotti per il calcio: una maglia più classica con un'alternanza di strisce verticali nere e azzurre più larghe ma con un'evidente e grossolano errore; la scritta dello sponsor ufficiale Pirelli è completamente fuori asse e storta, testimonianza dell'assoluta inattendibilità di questa ipotesi. Anche per la società milanese come nel caso delle nuova maglia Juventus 2012, le indiscrezioni senza fondamento si sprecano.

Un'altra possibilità per il look nerazzurro del prossimo anno è quella proposta dal forum Pazzainteramala. com che ha pubblicato delle immagini che ad un primo impatto almeno finora sembrano le più attendibili. Si tratta in realtà di un ritorno al passato con la prima divisa più aderente e con le strisce nerazzurre molto larghe, e con il colletto stile anni 60. Gusto vintage anche per la casacca da trasferta: una maglia bianca con una striscia diagonale neroazzurra impreziosita dal logo originale dei nerazzurri all'altezza del cuore.

Marco

martedì 24 maggio 2011

Nuova maglia Juventus 2012: i primi bozzetti dividono i tifosi




Fonte: Calcio.fanpage.it

La stagione 2010/2011 si è archiviata con un nuovo fallimento per la Juventus che ha mancato tutti gli obiettivi prefissati. A tal proposito fa un certo effetto parlare ancora una volta di buoni propositi per la prossima annata: una musica che si ripropone ormai da svariate stagioni.

Insieme alle tante notizie di calciomercato, iniziano a trapelare anche i particolari sul nuovo look della Vecchia Signora. Quelle nuove maglie che dovrebbero accompagnare i bianconeri nell'annata del nuovo stadio e dell'eventuale ennesimo tentativo di rinascita. Da alcuni giorni su Internet (su Juvemania.it) stanno iniziando a circolare alcune immagini non ufficiali, relative alle nuove divise della squadra piemontese. Tutto invariato ovviamente per quanto riguarda gli Official sponsor: Betclick continuerà a comparire sulla prima maglia quella classica bianconera (come riportato da Tutto e non solo blog), mentre sarà Balocco il partner commerciale che apparirà integrato (e non termoapplicato sulla seconda casacca (come si vede nelle immagini di Juvemania.it) su quella da trasferta.

Le consuete strisce bianconere della divisa ufficiale, non avranno più le righe elettrizzate come in questa stagione: saranno disegnate sulla falsariga dei tasti di un pianoforte nel tentativo di creare un effetto ottico intrigante e suggestivo, molto simile alla grafica delle nuove maglie del Barcellona. Questo è quello che ha studiato la Nike, ovvero lo sponsor tecnico della formazione piemontese, nel tentativo di unire la classicità del bianconero con la modernità di uno stile assolutamente inedito. Molto diversa invece la "seconda maglia" molto sobria: un completo interamente bianco con una striscia nera e grigia all'altezza sul petto. Stando ai primi sondaggi effettuati dai forum a proposito dell'indice di gradimento delle nuove probabili divise, i tifosi appaiono spaccati: mentre una parte dei supporters le giudica comunque intriganti, la restante parte non è convintissima dall'eccessiva stravaganza delle nuove maglie considerate troppo particolari.

Aguero lascia l'Atletico Madrid: sarà sfida tra Juventus e Real Madrid per il kun


Fonte: Calcio.fanpage.it

La corsa entra nel vivo, le parole di Sergio Aguero possono risultare come il proiettile sparato verso il cielo dallo starter: la corsa fra le big del calcio europeo per assicurarsi l'attaccante dell' Atletico Madrid è ufficialmente iniziata.

Il ventiduenne argentino sul proprio sito internet ha reso pubblica la sua voglia di confrontarsi con una nuova esperienza professionale: "Ci ho pensato molto e mi sono convinto che devo essere sincero con me stesso. Non penso di dover imporre un limite all'opportunità di continuare ad imparare e a crescere: dopo cinque anni intensi, una fase nel mio sviluppo personale è finita e devo passare ad una nuova". Parole che risuonano come un addio ai Colchoneros nonostante il suo recente prolungamento del contratto fino al 2014. Proprio la riduzione della clausola rescissoria da 60 a 45 milioni, sembra essere un'ulteriore conferma del suo futuro addio alle sponde biancorosse.

Sul bomber ora sono pronte ad avventarsi Juventus, Real Madrid e Chelsea che già da tempo avevano strizzato l'occhio al Kun. Al momento la grande favorita sembra essere la Vecchia Signora mossasi in anticipo e decisa a puntare su Aguero per tornare grande. La mancata qualificazione alla Champions League però è un pesante handicap per i bianconeri che potrebbe giocare un ruolo decisivo nella trattativa. Ecco allora che a suon di milioni, Mourinho sembra pronto a fare ponti d'oro per assicurarsi il brevilineo argentino: l'opportunità di giocare nelle merengues sfidando la corazzata azulgrana nel duello a distanza con Messi, potrebbe essere una forte attrattiva per il kun. Meno probabile un approdo di Aguero in Premier League: nonostante le risorse economiche del Chelsea il giocatore vorrebbe giocare in Italia o al massimo continuare a calcare i campi della liga spagnola.

Marco Beltrami

lunedì 23 maggio 2011

Gasperini al Napoli: dopo l’addio a Mazzarri possibile l’accordo con l’ex genoano


Fonte: Calcio.fanpage.it

Questa volta il magnate del cinema Aurelio De Laurentiis ha optato per una soluzione diversa rispetto ad un accomodante lieto fine: Walter Mazzarri è sempre più lontano da Napoli, da quella squadra che ha portato in Champions League.

Non è piaciuto l'atteggiamento del tecnico livornese che negli ultimi 2 mesi ha strizzato l'occhio a Roma e Juventus. Un corteggiamento che ha riempito pagine e pagine di quotidiani, mentre il Napoli viveva il momento decisivo della sua stagione. Ora lo stesso allenatore ha tentato di tornare maldestramente sui suoi passi, all'indomani della chiusura da parte dei giallorossi e bianconeri: entrambi i club sembrano aver preso strade diverse lasciando Mazzarri al palo. De Laurentiis si è inevitabilmente sentito tradito e per questo lo strappo tra i 2 è ormai irricucibile. Secondo quanto riportato da Ciro Venerato intervenuto a Radio Crc, il futuro della panchina azzurra è gia deciso: "Ieri De Laurentiis e Chiavelli si sono incontrati con Gasperini, addirittura ieri ci si attendeva la firma del tecnico ex Genoa. Gasperini non ha firmato per due motivi: prima di tutto per l’ingaggio, si attende un ritocco verso l’altro e per alcune clausole da inserire nel contratto. Ieri notte c’era un appuntamento tra il tecnico del Napoli e Chiavelli ma è stato annullato. Quindi si andrà avanti con due allenatori a busta paga perchè Mazzarri non concenderà la risoluzione del contratto. Claudio Ranieri? E’ difficile che salti completamente la trattativa con Gasperini”.

Il Gasp dunque potrebbe tornare in sella su di una panchina prestigiosa raccogliendo un'eredità assolutamente pesante con una Champions League da onorare. Ora bisognerà capire l'atteggiamento dei tifosi: da quale parte si schiereranno e come giudicheranno la scelta della società? Appare fondamentale che tutti facciano quadrato attorno al nuovo tecnico e che nessuno remi contro, visto che nella truppa azzurra i fedelissimi del "mago Walter" sembrano essere veramente tanti. Quel che più preoccupa i sostenitori azzurri (che quest'anno sicuramente si sono fatti una scorpacciata di soddisfazioni) è il fatto che si tratta comunque di un salto nel buio. In città si parlava molto di chi potesse essere il più gradito come successore di Mazzarri ed il nome più gettonato sembrava essere quello di Delio Rossi, ma la scelta di Gasperini sembra comunque un atto di coraggio da parte di De Laurentiis.

Marco Beltrami

venerdì 20 maggio 2011

Calciomercato: per Cristiano Ronaldo il Manchester City offre 150 milioni


Fonte: Calcio.fanpage.it

Numeri da capogiro, cifre spropositate che inevitabilmente rendono l'idea sulle potenzialità economiche di alcuni club esteri rispetto a quelle italiani: il Manchester City è pronto a formulare un'offerta di 150 milioni al Real Madrid per Cristiano Ronaldo.

Il fenomeno lusitano protagonista di un un'eccellente stagione culminata nel record di 38 gol, è la bandiera indiscussa delle merengues. Tutto l'ambiente madrileno, Mourinho compreso, considera CR9 il giocatore imprescindibile per tentare di contrastare il Barcellona pigliatutto. L'ipotesi di una sua cessione dunque appare fantamercato puro sopratutto perchè il giocatore portoghese è assolutamente insostituibile e appare l'unico capace di reggere il confronto a distanza con Leo Messi. D'altro canto però di fronte a cifre da capogiro come quelle proposte dai Citizens è lecito per la dirigenza del Real Madrid trovarsi in una situazione d'imbarazzo: rifiutare 150 milioni di euro è una scelta comunque coraggiosa visto che, nonostante il blasone e il prestigio la squadra di Mourinho non naviga certamente nell'oro come quella dello sceicco Mansour.

Nell'eventualità che la proposta dei citizens venisse presa in considerazione, si aprirebbero degli scenari di calciomercato assolutamente inaspettati con un valzer di calciatori inarrestabile. Basti pensare che l'approdo di Ronaldo ai cugini del Manchester City (dopo la sua militanza nei Red Devils), spianerebbe la strada alla cessione di Carlitos Tevez che a sorpresa potremmo vedere in Italia, magari con la maglia della Juventus.

Marco Beltrami

giovedì 19 maggio 2011

Calciomercato Juventus, per Aguero presentata l'offerta ai dirigenti dell'Atletico Madrid


Fonte: Calcio.fanpage.it

In casa Juventus non c'è tempo per leccarsi le ferite ripensando alla seconda stagione consecutiva conclusasi con un flop totale: bisogna fare fronte comune e lavorare duramente, per ricostruire una squadra vincente in brevissimo tempo.

Sono tantissime le voci che rendono indecifrabili le prossime mosse juventine in regime di calciomercato. L'unica certezza sembra essere garantita dall'arrivo di Antonio Conte: il salentino, a meno di clamorosi colpi di scena, sarà il prossimo allenatore della Juve. Con lui dovrebbe arrivare anche Pirlo, fresco di addio al Milan, e pronto per prendere le redini del centrocampo bianconero. Il vero colpo di mercato che tutti i tifosi si aspettano riguarda però il reparto offensivo: Marotta e company vogliono assicurarsi un pezzo da 90, che possa garantire quel contributo tecnico e tattico capace di far fare ai bianconeri il salto di qualità. Il nome più gettonato delle ultime ore è quello dell'argentino Aguero. Nonostante le smentite e le dichiarazioni di circostanza, la dirigenza di Corso Galileo Ferraris avrebbe formalizzato un'offerta per il bomber dell'Atletico Madrid. Proprio oggi, stando a quanto riportato da Tuttosport, l'agente del Kun avrebbe incontrato i vertici dei Colchoneros per presentare l'offerta bianconera (formulata nel vertice di calciomercato tra le due squadre andato in scena ad inizio settimana).

In terra madrilena sono più che decisi: Aguero non si muoverà per una cifra inferiore ai 45 milioni, prezzo della sua clausola rescissoria. La speranza bianconera però è quella di riuscire a giocare il ribasso anche grazie all'inserimento nella trattativa di Sissoko. Il maliano sarebbe un graditissimo tassello per lo scacchiere tattico di Sanchez Flores.

Marco Beltrami

Calciomercato Juventus, Walcott: pronta l'offerta per il furetto dell'Arsenal che piace a Conte


Fonte: Calcio.fanpage.it

Il dado sembra esser stato tratto: Agnelli ha scelto Conte come prossimo allenatore della Juventus. Un tecnico ambizioso e vincente, con una mentalità offensiva sempre improntata al vincere e convincere.

Il Mister salentino ha le idee chiare sulla squadra da allestire per tornare a vincere. Una situazione che in casa bianconera si è già vissuta due anni fa, quando Conte fu ad un passo dal prendere le redini della panchina. In quel momento le sue richieste vennero giudicate troppo eccessive e si decise di puntare allora su Ciro Ferrara. Oggi le cose sono molto diverse e la Dirigenza di Corso Galileo Ferraris potrebbe assecondare le ambizioni di Conte: l'ex centrocampista vorrebbe due esterni alti di livello perfettamente inseribili nel suo 4-2-4. Dei nomi proposti nel 2009, uno è rimasto ancora un pallino di colui che a meno di clamorosi colpi di scena raccoglierà l'eredità di Delneri: si tratta di Theo Walcott, esterno offensivo dell'Arsenal e della Nazionale inglese. Secondo quanto riportato da Cughtoffside.com, per il "furetto" ventiduenne, la Vecchia Signora vorrebbe formalizzare un'offerta di 20 milioni, alla società dei Gunners. Da svariate stagioni Walcott, rappresenta la grande speranza del calcio d'oltremanica, pur essendo stato bloccato nella sua esplosione da una fragilità fisica imbarazzante.

Proprio questo fattore potrebbe portare Wenger a prendere in esame l'offerta dei bianconeri, magari inserendo nella trattativa quel Felipe Melo sempre stimato. La prospettiva di poter giocare con due esterni offensivi come Walcott e Krasic, sicuramente alletta tutto il popolo bianconero, anche se per ora il tutto resta nel campo delle ipotesi di calciomercato.

Marco Beltrami

Cavani, rinnovo ad un passo: c'è già l'accordo col Presidente De Laurentiis


Fonte: Calcio.fanpage.it

Manca solo la formalità, ma l'accordo tra il Presidente del Napoli De Laurentiis e il suo centravanti principe Edinson Cavani è cosa fatta: è bastata una stretta di mano tra i due a sancire l'ottima conclusione delle trattative.

Il Presidentissimo partenopeo non ha perso tempo è già nell'immediato dopo-partita di Napoli-Inter 1-1, ha incontrato l'entourage dell'uruguaiano con il Direttore Sportivo Bigon. De Laurentiis, come anticipato da Raffaele Auriemma per "Il Napoli", ha deciso di assecondare le richieste dello stesso Cavani, per un contratto sulla base di 2.3 milioni annui, più eventuali bonus al raggiungimento degli obiettivi prefissati, fino al 2016. La verà novità rispetto alle anticipazioni, è rappresentata dall'assenza della famosa clausola rescissoria da 50 milioni di euro. Il Matador infatti, non prenderà in considerazione offerte (a meno che queste non si presentassero come irrinunciabili), almeno per un'altra stagione, dopodichè in caso di proposte shock tutto potrebbe accadere. Dopo la conquista della Champions League dunque è in arrivo un'altra splendida notizia per i tifosi azzurri, che sperano che il loro beniamino possa trascinare il Napoli anche nella massima competizione europea.

Ora l'altra grana da risolvere in casa azzurra è quella relativa al futuro di Mister Mazzarri: slitta il tanto atteso confronto tra il tecnico e De Laurentiis. Il faccia a faccia decisivo per capire chi guiderà il Napoli nella prossima stagione andrà in scena probabilmente domani, e tutti i tifosi sperano d'incassare un'altra bella conferma dopo quella relativa alla permanenza in terra campana di Cavani.

Marco Beltrami

mercoledì 18 maggio 2011

Pirlo, addio al Milan: il centrocampista in sede per i saluti


Fonte: Calcio.fanpage.it

La lunga storia d'amore tra Andrea Pirlo, e il Milan è giunta ormai al capolinea: il talentuoso centrocampista bresciano non rinnoverà il suo contratto con i rossoneri, dopo una militanza durata 10 anni.

Intercettato dai microfoni di Sky all'ingresso della sede di Via Turati, il Campione del Mondo ha reso pubblica la sua decisione: "Sono qui per i saluti. Sono stati 10 anni indimenticabili quelli vissuti al Milan. E' stata una decisione consensuale". Una notizia triste per i tifosi rossoneri che perdono uno dei loro giocatori sicuramente più rappresentativi. Il destino di Pirlo sembra ora tingersi di bianconero: non è un mistero l'interesse della Juventus sul giocatore, confermato dalla presunta proposta di un contratto triennale da parte di Marotta e company. Per ora Pirlo non scopre le carte, visto che sempre oggi ha dichiarato di non aver mai parlato con i vertici della Vecchia Signora. Tutto lascia presagire però che l'affare andrà in porto, anche se le caratteristiche tecniche del bresciano, non sembrano essere congeniali al gioco di quello che dovrebbe essere il nuovo allenatore bianconero: Antonio Conte infatti preferisce due mediani di sostanza, alla luce del suo 4-2-4 offensivo

La cosa certa per ora è che Pirlo non indosserà più la casacca rossonera al contrario di molti dei giocatori al centro delle trattative dei rinnovi Milan: infatti Inzaghi, Nesta, Thiago Silva, Van Bommel e Roma hanno già prolungato il proprio contratto, mentre ancora tutto da definire il futuro di Clarence Seedorf

Marco Beltrami

Quagliarella attacca il Napoli: mi avevano venduto al Rubin Kazan


Fonte: Calcio.fanpage.it

La "bomba" Quagliarella è esplosa: il centravanti di Castellammare di Stabia dopo mesi e mesi di mezze verità e frasi di circostanza, come un fiume in piena è tornato a parlare dei motivi che lo hanno spinto all'addio al Napoli.

Rivelazioni, quelle rilasciate dall'attaccante della Juventus ai microfoni di Sky, destinate a sollevare un polverone di polemiche in terra partenopea: "Campionato eccezionale, una volta che noi eravamo fuori sono contento sia capitato al Napoli. Mi piacerebbe tornere al mercato di un anno fa: su di me s’è detto di tutto a Napoli, io napoletano, migliaia di falsità e cose non belle su di me. Dopo un anno è giusto parlarne: sapere che durante il mondiale mi aveva venduto al Rubin Kazan, loro mi avevano tradito. Tutti i dirigenti dicevano che loro valutavano una proposta, dopo avermi detto di trovare squadra. Cose mai state dette da me, si diceva che arrivavo tardi agli allenamenti che litigavo coi compagni: chiedete ai miei compagni di questi dieci anni, io sono un tipo allegro a cui si vuole bene. La società ha fatto una cosa brutta: se devo andare via, non andavo certo al Rubin Kazan, ho scelto la Juve".

Parole pesanti che gettano nuove ombre su di una operazione di calciomercato che in realtà non è mai stata chiarissima: sopratutto a proposito dei reali motivi che avrebbero portato la società azzurra e Quagliarella all'improvviso divorzio. Una separazione comunque dolorosa per l'attaccante che in conclusione d'intervista ha anche rincarato la dose, contro il club di De Laurentiis: "La Società mi ha buttato in pasto alla piazza, in pasto ai lupi: la verità è questa, hanno detto cose cattive gratuite. Ho dovuto pensare alla mia carriera: la gente e il club alla Juve ha puntato su di me, anche durante l’infortunio. Ho sentito il loro affetto. L’anno scorso ogni cosa era colpa mia: mi squalificavano e non facevano neanche ricorso. Chiudo qui, coi complimenti per un grande risultato, la Champions".

Marco Beltrami

Calciomercato Inter, per Fernando emissari nerazzurri a Dublino per Porto-Braga


Fonte: Calcio.fanpage.it

In casa Inter, memori della scorsa Estate povera di acquisti dopo il fantastico Triplete, si sta cercando di muoversi con anticipo nel tentativo di allestire per la prossima stagione una squadra nuovamente vincente.

Un'occasione unica per gli addetti ai lavori nerazzurri, è rappresentata dalla finale di Europa League 2011, che andrà in scena nella suggestiva cornice offerta dalla città di Dublino. Non è un mistero ormai l'interesse della squadra milanese per i gioiellini del Porto squadra rivelazione dell'anno, e avversaria nel Braga nell'ultimo atto dell'Europa League 2011. Marco Branca Direttore Tecnico dell'Inter e il suo staff saranno presenti questa sera in terra irlandese per assistere al match e per visionare da vicino le stelle della squadra dello Special Two Villas Boas. Secondo indiscrezioni, l'osservato speciale numero 1 sarà Fernando, centrocampista brasiliano dei Dragoni, e grande obiettivo del calciomercato europeo. Il giocatore classe '23, potrebbe garantire quella quantità e quella grinta in mezzo al campo, che Leonardo giudica imprescindibile per il suo scacchiere tattico.

Per lui bisognerà battere un'arcigna concorrenza di altri top club europei, che sono rimasti piacevolmente sorpresi dalla maturità del mediano, che si è messo in luce in maniera eccellente con il suo Porto. In attesa di un altro appuntamento decisivo, ovvero la Finale di Coppa Italia 2011, dunque l'Inter sta già preparando i colpi per l'anno che verrà quando bisognerà necessariamente ritrovare vittorie e sopratutto continuità di risultati: un binomio che quest'anno si è visto solo a sprazzi in quel di Milano.

Marco Beltrami

Calciomercato Roma, Sabatini sarà il nuovo Direttore Sportivo


Fonte: Calcio.fanpage.it

A poco a poco, inizia a prendere forma la nuova Roma: la prima squadra dell'era americana Di Benedetto, che dovrà necessariamente tornare nell'Olimpo del calcio europeo dopo una stagione assolutamente non entusiasmante.

Il primo colpo di calciomercato regalato dall'uomo d'affari statunitense leader della cordata che, con UniCredit, ha rilevato le quote di maggioranza del club capitolino, è stato annunciato proprio nella notte scorsa: sarà Walter Sabatini il nuovo Direttore Sportivo della Roma. La notizia è stata resa nota dallo stesso Di Benedetto che in una lunga intervista concessa al sito ufficiale del campionato di calcio USA, MLSsoccer. com ha dichiarato: "Abbiamo scelto i migliori dirigenti disponibili, iniziando dal nuovo direttore sportivo, Walter Sabatini". Per l' ex brillante DS di Lazio e Palermo, si tratta di un ritorno, visto che Sabatini ha militato tra le fila della Roma nella sua precedente esperienza da calciatore.

Lo stesso Di Benedetto ha lasciato anche trapelare un certo interesse per alcuni giocatori statunitensi, che nella prossima stagione potrebbero indossare la casacca giallorossa, un'operazione molto valida anche dal punto di vista commerciale: "Stiamo seguendo giocatori ovunque, e siamo ovviamente interessati anche ai prodotti americani. Non posso chiaramente fare nomi, ma posso dire che vogliamo solo il meglio per la Roma". La nuova dirigenza della squadra capitolina sembra avere le idee chiare sul futuro ed è pronta anche a seguire anche i modelli provenienti dall'estero nel tentativo d'intraprendere una gestione oculata delle finanze che possa sfruttare al massimo il marketing, per portare nuovi introiti, nelle casse non floridissime della Roma.

Marco Beltrami

Coppa America 2011, Tevez rischia di non essere convocato nell'Argentina


Fonte: Calcio.fanpage.it

Sarà uno dei pezzi più pregiati del prossimo calciomercato europeo: Carlos Tevez, reduce da una stagione trionfale con la maglia del Manchester City, è l'obiettivo numero 1 dei maggiori club del Vecchio Continente.

Il bomber sembra avere raggiunto una maturità tecnica impressionante che gli ha permesso di segnare gol a raffica trascinando la squadra di Mancini alla conquista della qualificazione della prossima Champions League. Il tutto nonostante le presunte "difficoltà di ambientamento" che sarebbero alla base della sua volontà di cambiare aria e campionato: tutto da decifrare dunque il futuro del bomber sudamericano, inseguito anche da alcune squadre italiane, Juventus in primis. Una stagione quasi da incorniciare per il sudamericano, che potrebbe però essere rovinata dal Commissario Tecnico dell'Argentina Batista, che ha esplicitamente minacciato di non convocare Tevez, per la prossima Coppa America: "Ora il mio numero nove è Lionel Messi e poi c'è Gonzalo Higuain che mi consente varianti per tale posizione. Per questo, quando sono stato in Europa, non ho contattato Tevez".

A causare il tutto, secondo indiscrezioni ci sarebbero motivi tutt'altro che tecnici come vorrebbe far credere Batista: il tutto risale ad un'amichevole tra Argentina e Brasile, quando Tevez saltò la partita palesando un presunto infortunio. Un episodio che il neotecnico della selezione albiceleste, proprio non ha mandato giù, e che probabilmente costerà caro al bomber che salterà una delle competizioni più importanti della sua carriera, a meno di clamorosi dietrofront dello stesso Batista.

Marco Beltrami

Calciomercato Juventus: Marchisio ha rinnovato fino al 2016


Fonte: Calcio.fanpage.it

E' stata una stagione avara di emozioni per i tifosi della Juventus, che anche quest'anno sono rimasti a bocca asciutta e fuori dall'Europa (anche se rimane una minima possibilità).

Poche immagini rimarranno negli occhi e nella mente del popolo juventino: tra queste sicuramente rientrano di diritto quelle relative al rinnovo di Del Piero, che rimarrà la bandiera della Vecchia Signora anche nella prossima stagione, quella nella quale potrà inaugurare il nuovo Stadio. Un'altra bella notizia per il futuro bianconero è arrivata oggi attraverso il sito ufficiale della Juventus: Claudio Marchiso ha rinnovato fino al 2016. Il principino piemontese è pronto a raccogliere l'eredità del Capitano diventando la bandiera del futuro, un'immensa soddisfazione per lui cresciuto nella primavera nella primavera juventina.

Ecco come il giocatore ha voluto commentare la positiva conclusione della trattativa di calciomercato: "E’ una giornata importantissima per me e la dedico alla mia famiglia, che mi ha sempre sostenuto. La mia storia con la Juventus è iniziata nel ‘93 e sono felice che possa continuare ancora a lungo. Si era parlato a lungo di questo rinnovo nei mesi scorsi, ma sia da parte della società che da parte mia non c’è mai stato nessun atteggiamento che potesse far pensare ad un’interruzione del nostro rapporto. Sono felice che la società abbia fiducia in me e ora voglio ricambiarla vincendo. In questa sala ci sono molti trofei e il mio sogno più grande è poterne alzare uno il prima possibile. Un sogno che voglio realizzare anche per i nostri tifosi che ci sono sempre stati vicini anche nei momenti difficili e che meritano di essere ripagati".

Marco Beltrami

martedì 17 maggio 2011

Scommesse Finale Europa League 2011, Porto-Braga: dragoni grandi favoriti


Fonte: Calcio.fanpage.it

Una nazione intera già sta esultando, ma solo una delle due formazioni lusitane impegnate nella finale di Europa League 2011, potrà alzare al cielo il Trofeo.

Tutto è pronto nella incandescente cornice di Dublino, per l'ultimo atto di una competizione che sebbene sia un po' snobbata nelle fasi iniziali raccoglie appeal ed entusiasmo sulla strada verso il traguardo finale. E' il Porto di Villas Boas la grande favorita a succedere all'Atletico Madrid nella conquista del primo trofeo europeo stagionale. Le maggiori agenzie di scommesse, all'unanimità quotano pochissimo la vittoria dei Dragoni, sopratutto alla luce della possibilità per quest'ultimi di conquistare un incredibile triplete con coppa nazionale e campionato in caso di successo. Come riportato da "La Gazzetta dello Sport", è interessante la possibilità di puntare sul segno 1 con handicap in Porto-Braga, che Eurobet quota a 2.20. Con Bwin invece conviene sicuramente giocare l'Over (risultato finale con più di 2 gol), quotato a 1.85.

Facile ipotizzare anche alla luce del cammino delle due pretendenti, e sopratutto delle loro caratteristiche tecniche una partita con molte reti: sia per i campioni di Portogallo che per la squadra di Paciencia, sarà un'occasione unica ed è difficile prevedere un atteggiamento attendista da parte delle formazioni. Una cosa è certa lo spettacolo non mancherà, anche perchè entrambe le finaliste hanno recuperato moltissimi dei loro giocatori infortunati e si giocheranno il tutto per tutto. Sicuramente il Braga avrà dalla sua il fatto di partire comunque sfavorita e dunque non avendo nulla da perdere potrebbe davvero mettere in seria difficolta Falcao e compagni, che dal canto loro potrebbero mettere la firma conclusiva su di una stagione perfetta.

Marco Beltrami

Conte alla Juve: Agnelli ha scelto, manca solo l'ufficialità


Fonte: Calcio.fanpage.it

Una strada difficile ma terribilmente accattivante; una strada che l'anno scorso è stata subito scartata, giudicata troppo rischiosa a favore di una più facile ma che non ha portato a nulla.

Una metafora perfetta per spiegare la scelta del prossimo allenatore in casa Juventus: sembra fatta ormai per Antonio Conte. Quello stesso Antonio Conte che nella scorsa stagione, fu scartato perchè puntò i piedi e chiese prima di firmare il contratto di essere "seguito" e assecondato nelle scelte tecniche. Troppo per Blanc e compagni che preferirono puntare prima sul più tranquillo Ferrara (in ballottaggio con Conte nell'annata precedente), e poi su quel Delneri , ripagato a suon di esterni, e colpevole insieme alla squadra (nonchè alla dirigenza stessa) di questa nuova disastrosa annata. Ora non si può più perdere tempo, bisogna rischiare, bisogna puntare su quella fame di vittorie che l'ex Capitano di tante battaglie bianconere, ha sempre sfoderato in campo e in panchina (nelle sue cavalcate vincenti con Bari e Siena sui difficili campi cadetti). Dopo tante stagioni concluse con l'amaro in bocca, è arrivato il momento di giocarsi il tutto per tutto, affidandosi al carisma di un uomo che conosce alla perfezione l'ambiente juventino, e quello spirito della Vecchia Signora, che come sottolineato da Andrea Agnelli sembra essersi smarrito.

Lo stesso Presidente ha confermato nelle ultime ore la disponibilità di Conte, diventato il candidato numero 1 del prossimo calciomercato Juventus. Tra pochi giorni, al termine del campionato di Serie B, potrebbe arrivare la firma, a confermare una scelta che ormai è stata presa, nel tentativo anche di anticipare i tempi in vista del prossimo mercato. Quel mercato al quale Antonio Conte parteciperà attivamente per riportare la Juve nell'olimpo del calcio italiano ed europeo.

Marco Beltrami

Lite Balotelli-Mancini: volano parole grosse tra i due durante gli allenamenti


Fonte: Calcio.fanpage.it

Sono stati i grandi protagonisti del match Manchester City-Stoke City 1-0, che ha consegnato la FA Cup nelle mani dei citizens: Mario Balotelli, man of the match, e Roberto Mancini hanno dato un grandissimo contributo per riportare la squadra inglese a vincere un trofeo dopo 35 anni.

Nemmeno il tempo di finire di esultare e subito tra i due è finito l'idillio, confermato nei giorni scorsi proprio dal bomber che aveva speso parole dolcissime per il manager che l'ha lanciato nel calcio che conta. Alla ripresa degli allenamenti Balotelli, appena arrivato presso il centro sportivo del City è stato subito indirizzato verso il fisioterapista, affinchè controllasse lo stato di forma di SuperMario alle prese con fastidi al ginocchio. L'ex centravanti dell'Inter tutt'altro che entusiasta di questa scelta, dopo soli 5 minuti è tornato sul campo, visto che voleva a tutti costi allenarsi con i suoi compagni, scatenando come riportato dal "Mirror" le ire del suo Manager.

A quel punto c'è voluto l'intervento dello staff tecnico per riportare la situazione alla calma, visto che l'aria è subito diventata davvero incandescente. Fausto Salsano secondo di Mancini ha impedito che il tutto degenerasse allontanando Balotelli furioso con il suo allenatore. Un rapporto di odio e amore quello tra il Mancio e il Balo, che periodicamente si riempie di nuovi succulenti episodi, che a lungo andare potrebbero anche incidere sul calciomercato e sul futuro inglese dei due italiani.

Marco Beltrami

Calciomercato Juventus, Conte: la firma potrebbe arrivare nei prossimi giorni


Fonte: Calcio.fanpage.it

Antonio Conte ora è davvero libero di scegliere, e di valutare l'eventuali prestigiose proposte che riceverà: il Presidente del Siena dopo aver conquistato la promozione in Serie A, ha concesso al tecnico salentino la possibilità di scegliere per il suo futuro.

Una situazione, che ovviamente sembra spianare la strada al passaggio di Conte alla Juventus, come spiega il Direttore Sportivo dei toscani Giorgio Perinetti: "Il nostro presidente è riconoscente a Conte ed è disponibile a fargli vivere il suo sogno. Ma spero che la soluzione arrivi nei primissimi giorni della prossima settimana. Conte ha fatto un grande lavoro a Siena, e può essere propositivo, ma spetta alla Juve capire se è l'allenatore giusto per loro. So che era il suo sogno allenare la Juventus, e gli auguro di realizzarlo ora o in futuro". Queste parole riportate da Tuttosport, confermano le indiscrezioni provenienti da Torino: infatti stando alle voci vicine alle stanze dei bottoni della Dirigenza di Corso Galileo Ferraris, proprio questa settimana dovrebbe essere quella decisiva per decidere il prossimo allenatore della Juventus.

Se la scelta ricadesse su Conte, i più soddisfatti sarebbero sicuramente i tifosi bianconeri che stando ai sondaggi vorrebbero a tutti i costi come prossima guida tecnica, l'ex centrocampista della Vecchia Signora. Infatti Conte incarnerebbe alla perfezione quello spirito-bianconero che sembra essersi smarrito nelle ultime due stagioni come confermato ampiamente anche nell'ennesima deludente prestazione sfoderata in Parma-Juventus 1-0.

Marco Beltrami

lunedì 16 maggio 2011

Classifica Serie A: Sampdoria in B, Udinese vicina all'impresa, Juventus nuovo flop


Fonte: Calcio.fanpage.it

Giochi ormai praticamente conclusi per la Serie A: il massimo campionato di calcio ha sentenziato praticamente tutti i suoi verdetti, lasciando in bilico solamente il quarto posto e l'ultimo pass per l'Europa League.

Il successo ottenuto dalla squadra di Guidolin in Chievo-Udinese 0-2, ha permesso ai friulani di mettere una seria ipoteca, sull'accesso alla prossima Champions League: i bianconeri hanno 2 punti di vantaggio sulla Lazio (che ha battuto i rossoblù in casa), e nell'ultimo turno affronteranno i campioni d'Italia del Milan, già "appagati" così come i salentini del Lecce avversario dei biancazzurri capitolini. Proprio la squadra pugliese è stata la protagonista di una delle imprese di giornata andando a conquistare la salvezza, sul campo degli odiati cugini del Bari. Un risultato che ha sancito un altro pesantissimo verdetto: con la sconfitta interna rimediata in Sampdoria-Palermo 1-2, i blucerchiati sono matematicamente retrocessi in Serie B, un vero e proprio shock per tutto l'ambiente doriano che aveva iniziato la stagione giocando i preliminari di Champions.

Bruttissime notizie anche per la Vecchia Signora, che con il flop di Parma-Juventus 1-0, in un colpo solo saluta quasi certamente le coppe europee: infatti per accedere alla prossima Europa League, i bianconeri dovrebbero in primis battere il Napoli (quegli azzurri che grazie al pareggio con l'Inter hanno conquistato l'accesso diretto alla Champions), e poi sperare che la Roma ,venga sconfitta in casa dalla Samp, e non arrivi al sesto posto.


Marco Beltrami

Video: i giocatori dell'Ajax distruggono il Trofeo durante i festeggiamenti


Fonte: Calcio.fanpage.it

Nessuno ha dimenticato le immagini relative al video di Sergio Ramos che distrugge la Coppa del Re: una situazione davvero pittoresca che ha fatto il giro del web, scatenando l'ilarità collettiva.

Probabilmente la curiosa scena non è stata vista dai giocatori dell'Ajax, che sicuramente avrebbero potuto farne tesoro visto che sono stati protagonisti di un analogo episodio. I Lancieri dopo aver conquistato il titolo di Campioni d'Olanda, hanno dato il La ai festeggiamenti concedendosi l'ormai classico giro della città a bordo di un pullman scoperto. Mentre i biancorossi, ostentavano sollevandolo al cielo il famoso "scudo" della Eredivisie, ovvero il trofeo che premia i vincitori dello scudetto olandese, si è verificato lo stesso "incidente" del Real Madrid: il portierone Stekelemburg si è fatto sfuggire il prezioso cimelio, che è finito sotto il secondo pullman, che seguiva quello dei calciatori.

Per fortuna dei giocatori, nonostante qualche graffio lo "scudo" non è stato distrutto, ma prontamente raccolto da alcuni tifosi è stato riconsegnato alla squadra, ancora scioccata per l'accaduto. Infatti la squadra di Amsterdam ha dovuto sudare per conquistare il trofeo, vinto all'ultima giornata contro il Twente, motivo per cui la sua distruzione avrebbe davvero sconvolto tutti. Immagini da non perdere dunque che probabilmente incideranno nelle prossime modalità di festeggiamento: sarebbe il caso probabilmente di sostituire il trofeo con un fac-simile in maniera tale da evitare ogni rischio

Marco Beltrami

Calciomercato Juventus: potrebbe essere Lassana Diarra il primo colpo bianconero


Fonte: Calcio.fanpage.it

In casa bianconera si sta vivendo probabilmente uno dei periodi più tristi della storia: Parma-Juventus 1-0 ha di fatto eliminato la formazione piemontese dalla corsa all'Europa (anche se c'è ancora una minima speranza di raggiungimento del sesto posto), e le prospettive per il futuro appaiono quantomeno non esaltanti.

Si è detto tanto in questi giorni sull'ormai imminente calciomercato, e sugli incontri tra la dirigenza di Corso Galileo Ferraris, e i colleghi del Real Madrid: un appuntamento per studiare soluzioni commerciali condivise, e per capire se ci fossero delle possibilità di scambi di mercato tra le due società. Sulle pagine dei maggiori quotidiani sportivi, si son letti i nomi di Benzema, Garay e Higuain, che oggettivamente sarà quasi impossibile vedere nella prossima stagione con la casacca della bianconera. Colui che invece potrebbe realmente trasferirisi alla Juventus è Lassana Diarra: il centrocampista francese, non riesce a ritagliarsi un posto da titolare nell 'undici di Mourinho, motivo per cui pur di giocare con continuità potrebbe approdare in Italia, per raccogliere l'eredità di quel Felipe Melo, destinato all'addio.

Un giocatore dunque che potrebbe garantire continuità nella zona nevralgica del gioco bianconero, e che potrebbe con l'eventuale arrivo di Pirlo formare una coppia ben assortita. Una cosa è certa questa eventuale operazione di mercato, potrebbe avere un effetto domino, anche sul futuro di altri giocatori, basti pensare a Sissoko e ad Aquilani, che anche alla luce dei risultati raccolti in stagione potrebbe non essere riscattato.

Marco Beltrami

domenica 15 maggio 2011

Parma-Juventus 1-0: video del gol di Giovinco, cronaca e tabellino


Fonte: Calcio.fanpage.it

Game Over per la Juventus: nel pomeriggio emiliano per i bianconeri possono iniziare a scorrere i titoli di coda sui sogni europei, a confermare un'altra stagione deludente dopo quella scorsa.

Una prestazione opaca, per la squadra di Delneri, incapace come spesso le è accaduto in questa stagione di cercare il successo con quella volontà e grinta ormai sbiaditi ricordi in quel di Torino. A condannare la formazione piemontese ci ha pensato ancora lui, Sebastian Giovinco: la Formica Atomica, ha timbrato ancora con un gol la prestazione contro i suoi ex compagni di squadra, una beffa nella beffa per la Juve. Adesso in casa bianconera è tempo di iniziare a fare i conti e a valutare il lavoro svolto dal tecnico, che sembra destinato all'addio nella prossima stagione, al contrario del suo collega Colomba. Quest'ultimo è stato capace di imprimere un'identità al Parma, squadra che nel prossimo campionato di Serie A potrebbe fare un bel salto di qualità .

TABELLINO

Parma (4-4-2): Mirante; Zaccardo, Lucarelli, Paletta, Gobbi; Valiani, Morrone, Dzemaili, Modesto; Giovinco, Bojinov. A disp.: Pavarini, Paci, Angelo, Candreva, Galloppa, Amauri, Nwankwo. All.: Colomba

Juventus (4-4-2): Buffon; Motta, Barzagli, Chiellini, Grosso; Pepe, Felipe Melo, Giandonato, Martinez; Matri, Del Piero.A disp.: Storari, De Ceglie, Bonucci, Traorè, Salihamidzic, Boniperti, Toni. All.: Delneri

MARCATORI: Giovinco (P) 64′
AMMONITI: Dzemaili (P)38′, Motta (J) 41′, Morrone (P) 44′, Salihamidzic (J) 85′
ESPULSI

Marco Beltrami